Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘manga’

30 Giorni di Manga ~ Giorno 7: un manga che ti ha così schifato da stopparlo subito

Image and video hosting by TinyPic

Ne ho stoppati parecchi nella mia carriera di lettrice, ma uno di quelli che proprio mi ha schifata e irritata sin dalle prime pagine è stato Taranta Ranta (ma che cazzo di nome è??) di Yoko Maki.

Questo manga non ha trama, non ha storia, non ha un’inizio nè una fine…. di fatto non ha senso. Povere, povere piante dell’Amazzonia.

Annunci

Read Full Post »

30 Giorni di Manga ~ Giorno 6: il tuo personaggio preferito

Se c’è un personaggio che vorrei veramente fosse reale e che vorrei avere nella mia vita, questo è Yasushi Takagi, meglio noto come Yasu.

Image and video hosting by TinyPic

Pelatino sei il mio eroe ♥.

Credit immagine by j-bOx – cliccate sull’immagine.

Read Full Post »

30 Giorni di Manga ~ Giorno 5: un manga che raccomanderesti a tutti.

Un manga che consiglierei a tutti, indipendetemente dal sesso e dall’esperienza con i manga, è Cross Game di Mitsuru Adachi. Quell’uomo il soprannome de “il poeta dei manga” non se l’è mica aggiudicato a caso.

 

Ad una lettrice ricercata, che sia o meno al primo approccio con i manga, consiglierei invece Emma di Kaoru Mori e Shibuya Love Hotel di Mari Okazaki. Ad una lettrice ancora giovane e alle prese con le commedie scolastiche consiglierei invece l’intramontabile Cortili del Cuore di Ai Yazawa.  A mia nipote, quando me lo chiederà, darò in mano come prima cosa Sugar Sugar Rune: crescere con la Anno non può che farle bene.

Read Full Post »

30 Giorni di Manga ~ Giorno 4: un personaggio al quale assomigli

Image and video hosting by TinyPic

Arisa Uotani, di Fruits Basket. Perchè il fatto che io possa sembrare fredda e disinteressata, di poche parole e quelle poche magari anche piuttosto crude, non esclude che io possa essere anche tenera e coccolosa. Proprio come Arisa.

Read Full Post »

30 Giorni di Manga ~ Giorno 3: la tua mangaka preferita

Ci sono diverse mangaka che mi sono rimaste nel cuore, ma la mia preferenza va senza ombra di dubbio a Hinako Ashihara. La sua dolcezza, la sua malinconia, la sua delicatezza nel tratteggiare personaggi sfaccettacci e per nulla banali, sono davvero unici. ♥

p.s. in questi giorni, post multipli. Causa lavoro questa settimana non ho tenuto i ritmi che avrei voluto per il blog, quindi si recupera. Ganbatte!

Read Full Post »

30 Giorni di Manga ~ Giorno 2: il tuo manga preferito

In verità è difficile per me dire quale sia il mio manga preferito, perchè ce ne sono parecchi che, anche in modo diverso, mi hanno emozionato molto: Kodomo no Omocha, Fruits Basket, Non sono un angelo, Hikari, Host Club, Paradise Kiss, Emma, First Girl, SOS, Shibuya Love Hotel, Cross Game…Come vedete i titoli sono molti e variegati e di ognuno conservo un forte ricordo, segno che mi erano proprio piaciuti.

 

Io che però non rileggo mai niente, se dovessi rileggere qualcosa rileggerei solo Nana.

 

Nana, che non volevo nemmeno acquistare, influenzata dal pessimo ricordo dei disegni de I cortili del cuore. Nana, che mi ha conquistata dalla primissima pagina: l’illustrazione di Hachi nel bosco. Nana, che ha risvegliato il mio peggiore lato adolescenziale e fangirlesco. Nana, che alla veneranda età di 22 anni mi ha fatto attaccare un poster in camera. Nana, che mi ha fatto piangere ogni mia lacrima. Nana, che aspetto ancora, come la aspetta Hachi e milioni di fan nel mondo. 

Read Full Post »

30 Giorni di Manga ~ Giorno 1: il tuo primissimo manga

Il mio incontro con i manga è avvenuto tardi, molto tardi, e galeotto ne fù Il giocattolo dei bambini (Kodomo no Omocha) di Miho Obana

 

Era il lontano 2000 e avevo 17 anni la prima volta che vidi l’anime e me ne innamorai. Segnò il mio ritorno alla tv, dopo un lungo periodo di cui avevo invece smesso di guardare gli anime trasmessi perchè, se paragonati a quelli della mia infanzia, li trovavo stupidi e banali.

Fu solo 2 anni più tardi però che, in una piccola e sfigatissima edicola di provincia, addocchiai il primo volume del manga. Mi ero fermata per sbaglio, prima di andare in piscina, ed iniziai ad esagitarmi come una matta: cos’èèiilprimovolumequantocostadovelotrovonesonouscitialtri. Domande a raffica per un mondo che allora mi era completamente sconosciuto.

 

10 anni e 2000 volumi di manga dopo posso dire che ancora considero Kodocha uno dei miglior manga che io abbia mai letto, il suo Kodansha Manga Award se l’è meritato tutto. A volte mi domando: se il primo manga che io abbia mai letto non fosse stato così bello, sarei diventata un’appassionata? Probabilmente no.  Ed è anche per questo che a tutti quelli che conservano il ricordo di Rossana (l’anime) posso dire: lasciate perdere l’anime stracensurato di Mediaset e recuperate il manga, ne varrà davvero la pena.

Read Full Post »